Biography

Immagine incorporata 2Vanessa Tagliabue Yorke cantante, scultrice e pittrice diplomata con il massimo dei voti alla Nuova Accademia di belle Arti di Milano con il curatore internazionale Marco Scotini e al Conservatorio L. Campiani di Mantova, passa gli anni di formazione frequentando il dipartimento di Filosofia della Musica sotto la guida del filosofo Carlo Serra e del poeta Giancarlo Majorino. Si avvicina alla musica come cantante e sperimentatrice sin dalla più tenera età ascoltando i dischi di jazz portati dall'America da suo nonno Francesco Longoni, prigioniero di guerra in Missouri. Profonda conoscitrice del jazz tradizionale inizia le sue prime esperienze suonando e frequentando alcuni grandi maestri del genere quali Paolo Tomelleri, Carlo Bagnoli, Luciano Invernizzi. Nel 2012 Vanessa viene invitata come unico ospite internazionale al festival "A tribute To Bix" in Racine (MO) da qui nasce il suo primo disco live pubblicato da Rivermont Records (USA): il disco "Racine Connection" e le collaborazioni con il cornettista (erede di Leon Bix Beiderbecke) Andy Schumm e il pianista newyorkese Dalton Ridenhour.

Nello stesso anno, appena tornata dopo i mesi trascorsi negli Stati Uniti incontra il maestro Mauro Ottolini che dopo averle sentito cantare "Saint Louis Blues" la vuole coinvolgere come voce solista nel suo nuovo disco, prodotto da Auditorium Parco della musica, il doppio cd "Bix Factor" che quell'anno vincerà il Top Jazz. Questo disco è l'inizio di una lunga e avventurosa collaborazione dalla quale dopo circa due anni di ricerca sulla musica popolare nasce un doppio album prodotto dalla stessa etichetta romana con il titolo 
"Musica per una Società senza pensieri" dove Vanessa canta in dodici lingue diverse, incidendo brani arabi, giapponesi, russi, portoghesi tra gli altri e scrivendo testi originali in finlandese, francese, inglese su musiche di Mauro Ottolini. Immagine incorporata 13Nel 2015 Vanessa Tagliabue Yorke collabora con due dei più grandi pianisti di ragtime viventi: Ethan Uslan e Peter Lundberg. Il pianista Peter Lundberg erede dell'archivio Robert "Bob" Darch viene in italia per incontrare Vanessa e iniziare insieme un lavoro di ricerca sulle sonorità del ragtime, approfondendo così la conoscenza di questo genere musicale. Vanessa, poco dopo, collaborerà con Ottolini come voce solista e come autrice dei testi nella realizzazione di una colonna sonora per il film di Buster Keaton " Seven Chances" restaurato dalla Cineteca di Bologna. Questo importante lavoro viene commissionato loro dal critico musicale Stefano Zenni per il Torino Jazz festival e registrato dal vivo presso l'Auditorium Rai di Torino davanti ad un pubblico di circa 1200 ascoltatori. Il concerto registrato dal vivo , diventerà un disco: "Buster Kluster" pubblicato da Azzurra Music, 2016. Dopo un intenso periodo di ricerche sulla musica Americana e Cubana dell'Ottocento, anche grazie all'incontro con lo straordinario pianista Ethan Uslan (vincitore per tre volte consecutive del World Championship Old-Time Piano Playing di Peoria (IL, USA) Vanessa inciderà insieme a Ethan il disco "Contradanza" curandone le musiche, i testi originale e gli arrangiamenti, il disco verrà pubblicato da Abeat Records.Immagine incorporata 14Sempre nel 2015 il noto giornalista italiano Enrico De Angelis (allora direttore artistico del Premio TENCO) invita Vanessa ad esibirsi al teatro Ariston di Sanremo in occasione del Premio Luigi Tenco (rinnovando l'invito per quattro edizioni consecutive, fino al 2017, anno in cui De Angelis darà le dimissioni lasciando il Premio Tenco per sempre). Ne nasceranno un disco dedicato a Francesco Guccini ed uno dedicato a Luigi Tenco. Con L'orchestra Sinfonica di San Remo diretta da Vince Tempera cui il ClubTenco affida gli arrangiamenti realizzati appositamente per Vanessa. Immagine incorporata 16Nasce "Tra la via Aurelia e il West" disco edito da Ala Bianca al quale partecipano tra gli altri Carmen Consoli, Roberto Vecchioni, John de Leo, Cristina Donà e in cui Vanessa canta "Radici", "Canzone Quasi D'amore" e "Cyrano".l secondo disco "Tenco come ti vedono gli altri" edito da Azzurra Music con gli arrangiamenti di Mauro Ottolini in cui Vanessa canterà "Ho capito che ti amo", "Io sì", "Quasi Sera" esce nel 2017 per il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Tenco. Immagine incorporata 17Vanessa Tagliabue Yorke interpreta questi brani a Umbria JAzz 2017 sul palco di Arena Santa Giuliana con Gino Paoli, Gaetano Curreri e Giuliano Sangiorgi e l'orchestra da camera di Perugia diretta da Mauro Ottolini.Nel 2016 viene scelta come cantante solista da Roy Paci e Mauro Ottolini per un progetto dedicato alla musica di W.C. Handy, noto anche come "the father of the blues" nel quale interpreta brani resi celebri dalla voce di Bessie Smith, Albertha Hunter, Louis Armstrong.
Dalla collaborazione con il compositore Maurizio Carrettin nasce "Inner Simphony" una sperimantazione elettronica e vocale che verrà scelta per aprire il Festival di musica contemporanea 5 Giornate a Milano insieme a brani di Stockhausen, Giovannetti, Anderson il 18 Marzo 2017.
Dalla collaborazione con il pianista jazz Paolo Birro nasce "We Like It Hot" edito da Artesuono (2016), esplorare il linguaggio e i contenuti della musica che nei secondi anni Venti del Novecento risuonava a New York sulla scia di orchestre come quella di Paul Whiteman, Jean Goldkette e di quelle appositamente riunite per accompagnare Annette Hanshaw. Immagine incorporata 18Questo disco compare tra i migliori 100 dischi internazionali dell'anno 2016 nel JazzIt Award. Sono ospiti della session anche il clarinettista Francesco Bearzatti e il trombonista Mauro Ottolini.Nel 2017 febbraio Marco Rossi, direttore capo di Azzura Music commissiona a Vanessa la realizzazione di incisioni discografiche tributo a Edith Piaf, con l'intenzione di produrre una raccolta integrale dei brani cantati da Piaf nell'intero arco della sua carriera, nasce così il primo capitolo: "Nocturnes, Vanessa Tagliabue Yorke sings Edith Piaf" ( Azzurra Music, Luglio 2017) in questo lavoro compaiono Paolo Birro al pianoforte e Andrea Bettini.Immagine incorporata 19Vanessa Tagliabue Yorke ha cantato in importanti festival in Italia e all'estero, come:  Umbria Jazz, Time in Jazz Berchidda, Verona Jazz Teatro Romano, Roma Jazz Auditorium Parco della Musica, rassegna musicale ClubTenco Sanremo Teatro Ariston, Music Festival di Ravello, Padova jazz, Udin&Jazz, Cagliari Jazz Expo, Torino Jazz festival, Metastasio Jazz festival, Locomotive Jazz festival, JAZZMI Milano, Atina Jazz, Ambria Jazz festival, Pinerolo Jazz Vision, Racine (WI) "Tribute to Bix" festival in USA, Wulong International Music festival (CHINA), Bangkok Italian Music festival in Thailand e molti altri..Immagine incorporata 21
Vanessa insegna canto moderno e jazz guidando i suoi allievi ad una consapevolezza musicale che abbracci tutte le potenzialità del fare musica con gli altri.
Immagine incorporata 24